Mercati, poco movimento in attesa delle elezioni in Francia

Dopo gli eventi che hanno caratterizzato la fine della scorsa settimana in Siria e poi a Stoccolma, i mercati finanziari hanno cominciato ad assumereun atttegiamento di grande cautela . Del resto quando il panorama internazionale si va complicando, gli analisti e gli operatori reagiscono sempre muovendosi con prudenza. E allora andiamo a vedere cosa sta succedendo sui mercati valutari.

Eur-Usd poco mosso sui mercati

Oggi l'euro piazza un rilazo minimo nei confronti del dollaro statnitense, dopo che per alcuni giorni si era mosso in discesa il cambio EUR/USD. Un calo che era stato determinato soprattutto dal recupero del dollaro statunitense ma anche dalla riduzione dell’inflazione nell'EuroZona. In Europa c'è molta apprensione per quel che riguarda l'esito delle elezioni presidenziali in Franica, il cui primo turno è in programma per il prossimo 23 aprile. Nel caso in cui la presidenza francese si indirizzasse verso lo schieramento della Le Pen, molti analisti ritengono che il cross Eur-Usd potrebbe perdere fino al 5%. In caso opposto, potrebbe apprezzarsi dell'1 per cento. Dal punto di vista tecnico, occhio alla possibile formazione di Homing pigeon e descending hawk pattern.

Cosa succede in Giappone

Se la nostra attenzione si sposta dall’altra parte del mondo, ovvero a quello che succede in Giappone, allora notiamo che a Tokyo si stia discutendo della questione monetaria. Il governatore della Bank of Japan Kuroda ha ribadito l'intenzione di conservare l'attuale impostazione di politica monetaria, conservando l'attuale livello di stimolo monetario fino a quando l'inflazione non sarà stabilmente sopra il target del 2%. E' interessante studiare il cross Usd-Jpy con l'ausilio del Osma (oscillatore moving average).

Prosegue intanto l'apprezzamento dello yen mentre gli investitori sono a caccia di beni-rifugio preoccupati per un possibile intervento americano in Siria e Nord Corea e per l'incerto esito delle elezioni presidenziali in Francia.

Leave a Response

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*