Tasso di interesse giù, mossa a sorpresa della RBI

Dopo il taglio del tasso di interesse da parte della RBI (di 25 punti base), la Rupia indiana continua per la terza sessione di fila la sua marcia di apprezzamento nei confronti del dollaro.

La mossa sul tasso di interesse che piace a Modi

india rupiaNel suo meeting di politica monetaria, la Reserve Bank of India ha deciso con una mossa a sorpresa di tagliare il tasso di interesse sui pronti contro termine portandolo al 6,25%. Erano 18 mesi che il costo del denaro non cambiava. Secondo molti si tratta di una misura di stimolo "pre-elettorale", voluta dal primo ministro Narendra Modi per guadagnare consensi stimolando la crescita economica.

Verso la fine dello scorso anni infatti, c'è stata una forte pressione sulla RBI affinché ascoltasse le preoccupazioni del governo e delle imprese, allentando la politica monetaria. La minaccia all'autonomia della RBI portò all'addio del suo governatore, Urjit Patel, che a dicembre è stato sostituito da Shaktikanta Das, le cui opinioni erano molto più in linea con l'amministrazione Modi. Il taglio dei tassi arriva dopo che il governo ha introdotto un bilancio la scorsa settimana che ha anche fornito stimoli per l'economia, tra cui dispense per gli agricoltori e tagli fiscali modesti per la classe medio-bassa.

Suggerimento: prima di negoziare valute e azioni, strudiate bene i mercati e le tecniche più usate. Qui trovate la strategia MACD Bollinger trading.

La RBI poco indipendente

Quattro dei sei membri del comitato di politica monetaria dell'RBI (MPC) hanno votato per tagliare il tasso di interesse, mentre tutti e sei i membri hanno votato per un cambiamento nella posizione della politica monetaria a "neutrale" da "calibrated tightening". L'RBI ha anche allentato le restrizioni sui prestiti bancari per le società finanziarie non bancarie e ha aumentato il limite sui prestiti agricoli "senza garanzie" nel tentativo di aumentare i prestiti a circa 120 milioni di famiglie rurali.  Il taglio dei tassi sottolinea anche i timori sul rallentamento della crescita economica. L'MPC ha annunciato giovedì che ha ridotto le sue previsioni di crescita economica a 7,2-7.

Come detto, il taglio del tasso di interesse è stata una sorpresa per i mercati finanziari. La maggior parte degli economisti si aspettava un taglio nella prossima riunione di aprile. Tutto questo ha dato sostegno alla Rupia, favorita anche dall'allentamento delle tariffe del greggio e l'afflusso di nuovi fondi esteri. Va detto che la valuta indiana, dall'inizio di quest'anno ha cominciato a perdere quota contro il biglietto verde. La coppia USD-INR era sotto il livello dei 70, mentre oggi viaggia sui 71,45 con formazione di pattern triangoli di continuazione inversione.

Secondo molti analisti l'apprezzamento di questi ultimi giorni della valuta indiana è solo temporaneo. I prezzi globali del petrolio greggio stanno aumentando sono fonte di preoccupazione per i mercati, così come le tensioni commerciali e le questioni geopolitiche. Tutti fattori che potrebbero penalizzare la Rupia.

Leave a Response

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.