Quattro social network per il turismo che forse non conoscevi

Non esistono solo i “big” dei social. Ci sono social network per il turismo che ti faranno acquistare visibilità e notorietà

Continuiamo a parlare di social e di vacanze, soprattutto dei social network per il turismo che forse non tutti conoscono.
Non esistono, infatti, solo i “big” social. Facebook, Twitter, Instagram, Google+ possono aiutarti, ma se vuoi una marcia in più dovresti tenere conto anche dei social minori.

Perché usare anche i social meno usati? I social più conosciuti permettono di raggiungere un vasto pubblico, anche chi non è interessato. I social più specifici invece, ti permetteranno di entrare in contatto con utenti realmente interessati.

Hai una struttura turistica (albergo, ristorante ecc.)? Non potrai ignorare questi 4 social network per il turismo, soprattutto ora che stanno per iniziare le vacanze!

Social Network per il turismo che forse non conoscevi

Google local guide. 

“Condividi recensioni, foto e conoscenze sui luoghi vicino a te e contribuisci a dare informazioni a milioni di persone”. Ecco come ci da il benvenuto Google local guide. Ogni attività dovrebbe avere una mappa efficace per farsi trovare dai propri clienti. Ma quando si parla di turismo, è fondamentale! I turisti non conoscono la tua zona, e trovarsi su Google maps è importantissimo.

Google local guide è un interessante incrocio tra Google maps e tripadvisor: il perfetto social network per il turismo. Infatti insieme alla mappa si possono trovare recensioni degli utenti e sappiamo quanto l’user generated content sia fondamentale.

Foodspotting

Foodspotting è un social network per il turismo pensato per il mobile. Una sorta di Instagram gastronomico, permette di scattare foto di piatti e condividerli sul social, in modo che chi visiterà lo visiterà in seguito troverà la foto del vostro piatto e la recensione. Essendo un social poco conosciuto, comunicate ai vostri clienti questa possibilità, a voce oppure scrivendolo sui menù o sui segnaposti. Potete offrire uno sconto o per esempio biscottini fatti in casa da accompagnare al caffè, per incentivare la condivisione.

Wikitravel

Wikitravel è un social per il turismo in costante aggiornamento ed evoluzione. Ricordando la famosa Wikipedia, è una fonte di informazioni turistiche importante per chi lavora nel turismo. Sempre basandosi sull’user generated content, wikitravel è facile da aggiornare per mantenerlo sempre al passo con le novità.

Foursquare

Foursquare è un social per il turismo completo. Non si limita a segnalare solo strutture turistiche, ma anche negozi, attività interessanti, luoghi, mete turistiche, movida notturna e tante altre cose che possono interessare un turista. “Ti aiuta a scoprire posti nuovi grazie ai consigli di una community affidabile” è scritto sulla piattaforma. Disponibile anche in versione mobile, foursquare è un social per il turismo che non deve mancare al tuo web marketing!

Questi sono solo quattro dei social network per il turismo che non tutti conoscono, che possono fare la differenza. E voi li conoscevate? O ne conoscete altri? Fatecelo sapere in un commento!

MLP Studio – Realizzazione siti web, Roma

Leave a Response

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*