Di nuovo uno scandalo su Facebook: la privacy degli utenti di nuovo violata

Un nuovo scandalo si abbatte su Facebook. Questa volta i dati personali sono stati ceduti ai produttori di device mobili

Un nuovo scandalo su Facebook ha sollevato l'opinione pubblica. Il social è stato nuovamente accusato violare la privacy dei propri utenti e di vendere i dati personali degli utenti. L'accusa arriva da una delle più importanti testate giornalistiche italiane: il New York Times. Il giornale afferma che grandi produttori di device mobili, tra cui samsung e apple abbiamo ricevuto i dati personali degli utenti. Questa vicenda potrebbe sollevare un nuovo polverone su Zuckerberg e la sua compagnia già accusata di violazione della privacy.

Nel 2015 i vertici del social parlavano di una maggior tutela per la privacy dell'utente. Tuttavia sembra che abbiano omesso alcune eccezioni. Tra queste sono anche incluse le esenzioni che riguardano i produttori di mobile e dispositivi Hardware come amazon, microsoft, apple e samsung.

Sebbene Facebook abbia iniziato a ridurre questi accordi, molti sono ancora in vigore. Ancora una volta è la privacy degli utenti a essere violata, anche da coloro convinti di aver negato il consenso al trattamento di dati personali.

Leggi di più sullo scandalo su Facebook

 

MLP Studio – agenzia di comunicazione web Roma

Leave a Response

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.