Augusto De Luca fotografa il Cimitero delle Fontanelle

Augusto De Luca e il Cimitero Delle Fontanelle 

Il Cimitero delle Fontanelle è un ex ossario grande più di 3000 metri quadri e contiene i resti di circa 40.000 individui vittime della grande peste del 1656 e del colera del 1836, ma si dice che sotto il calpestio ci siano ancora ossa per 4 metri di profondità. Si trova a Napoli nel quartiere Sanità, posto pieno di storia e tradizione. In questo cimitero si svolgeva il rito delle “anime pezzentelle”; i napoletani adottavano e curavano  un determinato cranio di un’anima abbandonata (chiamata appunto capuzzella) in cambio di protezione. Tutti gli angoli e i corridoi del Cimitero delle Fontanelle sono ricchi di storia, aneddoti, leggende e curiosità che il custode o chi abita nelle vicinanze può raccontare.

“Mi sento navigatore, o meglio, esploratore dell'immenso universo dell'arte. L'artista è uno scopritore, cerca le chiavi per aprire la porta delle emozioni e delle sensazioni. L' arte è il luogo dove razionalità, fantasia, verità e finzione si sposano creando una miscela esplosiva” Augusto De Luca

De Luca, (Napoli, 1 luglio 1955) è un fotografo e performer italiano.Le sue fotografie compaiono in collezioni pubbliche e private come quelle della International Polaroid Collection (USA), della Biblioteca Nazionale di Parigi, dell'Archivio Fotografico Comunale di Roma, della Galleria Nazionale delle Arti Estetiche della Cina (Pechino), del Museo de la Photographie di Charleroi (Belgio).

Leave a Response

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.